composizioni che allenano lo sguardo/4

ARS POETICA
Una poesia dovrebbe essere tangibile e muta
Come un frutto rotondo
Muta
Come vecchi medaglioni sotto il pollice
Silenziosa come la pietra dei davanzali
Consunta dalle maniche, muschiosa.
Una poesia dev’essere senza parole
Come un volo d’uccelli.
(Archibald MacLeish – 1939)

Continua a leggere

Annunci

spatole e colle per incollare meglio/2

“Non puoi conoscere un’avventura dal suo inizio. La grandezza nasce piccola. Non disonorare il banchetto ignorando ciò che vi accade. Questa è la legge della ricerca” (J. Steinbeck, Le gesta di re Artù e dei suoi cavalieri).

Ogni laboratorio che proponiamo a piccoli e a grandi deve avere in sé il carattere dell’avventura. Qui ho già messo a tema gli elementi indispensabili per un buon laboratorio. Di seguito concludo il post su spatole (iniziato qui) e colle, preziosi come arco e freccia nella nostra ricerca di segno (e senso). Continua a leggere

facciamo un esperimento?/appendice

A tutti i bambini divergenti e a coloro che li aiutano a coltivare un pensiero laterale… a chiusura di una traccia per fare un esperimento iniziata qui.

Tante domande

C’era una volta un bambino che faceva tante domande e questo non è certo un male anzi un bene.
Ma alle domande di quel bambino era difficile dare risposta.
Per esempio egli domandava:
– Perché i cassetti hanno i tavoli?
La gente lo guardava e magari rispondeva:
– I cassetti servono per metterci le posate.
– Lo so a che cosa servono i cassetti, ma non so perché i cassetti hanno i tavoli.
La gente crollava il capo e tirava via. Un’altra volta lui domandava:
– Perché le code hanno i pesci?
Oppure.
– Perché i baffi hanno i gatti?
La gente crollava il capo e se ne andava per i fatti suoi. Continua a leggere

la curiosità che fa guardare oltre

Il padiglione UK dell’Expo 2015 invitava al gioco e al mettersi in gioco. Se l’adulto considera questa modalità una cosa da bambini (sotto-testo: che lui ha superato, da cui non ha nulla da trarre), l’intera esperienza si svuota, si avvilisce, si offre al giudizio tanto sommario quanto fantozziano: “Un’emerita boiata...”. Credo che ogni occasione laboratoriale di messa in gioco offra infiniti punti di vista con cui confrontarsi, esercitandoci a rinunciare alle troppe (false) sicurezze che tanto ci confortano (e ci isolano). Da questo padiglione provo a leggere alcuni spunti progettuali per laboratori per bambini, ragazzi e adulti…

Continua a leggere

il sentire ecologico

Quando le Edizioni San Paolo mi hanno proposto un libro che commentasse per i ragazzi e le ragazze, in chiave laica e universale, l’enciclica Laudato Si’ di papa Francesco, la mia prima considerazione è stata che c’erano già troppe parole, anche per i più piccoli, che risultano sempre meno convincenti tanto più si moltiplicano. Perché il pensiero e l’agire ecologico oggi sono una conquista, una scelta, una consapevolezza personale e sociale allo stesso tempo… un percorso da compiere (e da fare). Continua a leggere